Italiano

Titolo: Il silenzio della quarantena

Questa serie di fotomontaggi è stata prodotta durante la quarantena del virus Covid-19 in Italia. È un tentativo di esprimere il concetto del silenzio che man mano penetrava non solo nella mia città, ma in tutto il paese.
La serie è nata da una frustrazione, di impotenza nell’agire, nel raggiungere familiari e parenti in altre parti d’Europa e rimanendo escluso dal mondo come tante altre persone.
In questi momenti difficili di solitudine e di silenzio la frase di Seneca enfatizza la nostra situazione:
"I dolori leggeri concedono di parlare: i grandi dolori rendono muti."
Faccio riferimento a questa citazione di Seneca per maggiormente concettualizzare la situazione di silenzio, come se il mio lavoro fosse un grido della vita, come la prima volta che un neonato cerca la propria madre, provando di trovare supporto quando la vita è sempre più incerta.

English

Title: Silence in quarantine

This series of photo montages was produced in Italy during the quarantine of the Covid-19 virus. It tries to express the concept of silence which slowly was penetrating not only my city, but the whole country.
The series is born from a frustration of not being able to act, of impotence. Of not being able to reach family members in other parts of Europe and therefore remaining isolated as so many other people.
During these difficult times of solitude and silence I look upon a quotation by Seneca:
“Small sorrows are talkative, deep sorrow is silent.”
I refer to this quote to conceptualise further the silence, as though my work is a scream for life. Just as though a child would scream for the first time looking for their mother, trying to find support when life now is more uncertain than ever.